LEGO LIFE, il social under 13!

lego life social network

LEGO Life è il primo social network pensato per giovanissimi under 13, disponibile su Google Play e App Store. Il concept è quello di stimolare la creatività dei bambini tramite la condivisione delle loro creazioni con i famosissimi mattoncini colorati, ma badando alla sicurezza e al rispetto della privacy.

A partire dall’iscrizione, per la quale è necessario l’inserimento dell’indirizzo e-mail di un genitore che dovrà dare il consenso, sino alla scelta del nickname; il bambino infatti non potrà inserire il proprio nomecognome né altri dati sensibili, ma gli verrà assegnato un soprannome dal sistema, che potrà cambiare scorrendo tra i tanti disponibili finché non ne troverà uno di suo gradimento.

L’identità dei bambini è quindi totalmente nascosta; lo stesso avatar non può essere una sua foto ma dovrà costruirsi un’immagine con le sembianze di un personaggio LEGO.

I bambini possono personalizzare la propria esperienza di gioco seguendo e interagendo con i loro personaggi LEGO; sezioni particolari sono dedicate a Star Wars, Batman e Ninjago.

L’organizzazione di questo social network somiglia moltissimo a quella di Instagram: una home con le fotografie di chi viene seguito, la possibilità di commentare e lasciare un “like”, inserire hashtag e fare ricerche su etichette di proprio interesse, ma non sono presenti sponsorizzazioni, eccetto che per quelle di LEGO.

La tastiera presenta esclusivamente emoji LEGO (il LEGO Language, con cui costruire una vera e propria sintassi), con una doppia finalità: abbattere le barriere linguistiche per permettere scambi oltre frontiera, e tagliare alla radice eventuali problemi derivati da un’errata interpretazione delle parole (e noi adulti sappiamo bene quanto sia facile, in qualsiasi social network o chat libera, incorrere in haters e cyberbullismo). In tal modo la conversazione è mantenuta universale e positiva.

Commenti ed immagini sono filtrati, in prima battuta, da un software di scansione automatica; il tutto è ulteriormente posto sotto il vigile occhio di un team di moderatori, sempre presente e pronto scremare pubblicazioni che violino la policy del social network, mantenendo così contenuti sempre adatti alla giovane età degli utenti.

Insomma, la sicurezza a 360° è garantita dalla stessa Unicef, che ha collaborato con la società dei mattoncini più conosciuti al mondo per lo sviluppo dell’app.

Un importante aspetto di LEGO life è quello legato alle sfide: giochi di costruzione, quiz, rompicapo volti ad incentivare la creatività e l’ingegno dei più piccoli, a stabilire interazioni e condivisione di una comune passione.

LEGO Life è stato pensato come punto di contatto tra i bambini e le nuove realtà digitali. È infatti ormai imprescindibile che anche i giovanissimi si addentrino nelle grandi piazze virtuali, e il team di Billund, la città dei LEGO, ha pensato di garantir loro l’accesso alla rete in tutta sicurezza, in modo che possano trarre i benefici di un mondo allargato, estroso e interattivo ma sempre controllato e genuino.